Regulus Black

Io adoro Regulus Black (Regulus Arcturus Black, R.A.B., fratello minore di Sirius, chiamatelo come vi pare).

Dite che adoro un po’ troppa gente? Nah, è solo una vostra impressione.

Dato che il mio caro Reggy (?) – no, dai, povero, non storpiamo il suo nobile nome, – non compare praticamente mai nei film, se non in una foto mezza sfocata della squadra di Quidditch dei Serpeverde, come foto metto una fan art trovata sul web. Assomiglia abbastanza al Regulus che immagino io, a parte il fatto che io lo vedo con gli occhi grigi, come suo fratello.

Regulus, immediatamente riconoscibile, era il ragazzo seduto al centro della prima fila; aveva gli stessi capelli neri e l’aria un po’ altera del fratello, anche se era più basso, più magro e decisamente meno attraente di Sirius.

(Harry Potter e i Doni della Morte, p. 177)

Posso reinterpretare a mio piacimento questa descrizione? Anche se non potessi, lo farei lo stesso, gne, gne, gne. Dunque. Aveva i capelli neri e l’aria un po’ altera del fratello. E fin qua son d’accordo. “Anche se era più basso.” ehm. Come cavolicchio (?) fai, Harry caro, a dire che era più basso se è seduto? La cosa non si spiega. Proseguiamo. Più magro. Ok, ci sta. E decisamente meno attraente di Sirius. Questa è discriminazione! Tutta colpa del POV di Harry. Il narratore dovrebbe essere imparziale, insomma, mica star lì a veder le cose dalla testa di Harry, ci mancherebbe solo che fosse scritto in prima persona. E’ discriminazione perché Harry ce l’ha con i Serpeverde in quanto Serpeverde, e quindi il povero Regulus doveva essere meno attraente. E se fosse venuto male nella foto? Eh, Potter? Chi sei tu per giudicare? In ogni caso, Sirius passa per essere stato un figo stratosferico, più o meno, quindi anche se fosse stato meno attraente di lui, non era mica male comunque.

Non dilunghiamoci sull’aspetto di Regulus, perché tanto mi sta simpatico lo stesso ed è anche bello indipendentemente dal fatto che stia su ad Harry, e poi va a finire che creo lo S.F.I.G.A. – Serpeverde Fighi Ingiustamente Giudicati Affrettatamente. (Se Hermione fa il C.R.E.P.A., io non voglio essere da meno). Ma non avevo detto che tagliavo corto su questa parte? Ok, faccio la brava.

Se non si fosse capito, Regulus è un Serpeverde. E quindi mi sta simpatico a priori. No, non è vero, io non sono come Harry che ti giudica in base alla tua Casa di appartenenza, tzé. E poi ci sono dei Serpeverde che mi stanno su, ma questo non c’entra.

Regulus è un Black, il fratello minore di Sirius; viene considerato dalla famiglia come “quello giusto”, perché, a differenza di suo fratello, lui segue le tradizioni familiari.

E’ sufficientemente attratto dalle Arti Oscure, tanto da diventare un Mangiamorte a sedici anni. Poi capisce di aver sbagliato. Meglio tardi che mai, né?

Probabilmente lui non era tagliato per torturare la gente a sangue freddo, per divertirsi del dolore altrui. Lui fa questa scelta perché… non lo so perché, la Row non lo dice, ma non sapeva quel che stava combinando. Non sapeva tutto ciò di cui Voldemort era ancora capace. Dopotutto, quelli erano gli anni in cui il Signore Oscuro iniziava a sorgere, ma era ancora un po’ nell’ombra, non era ben chiara a tutti la sua spietatezza. Infatti, quando Regulus scopre quel che Voldemort era disposto a fare pur di raggiungere i propri scopi, lui non ci sta più e, in qualche modo, probabilmente anche grazie all’elfo Kreacher (non sto a spiegare tutto per filo e per segno, questo è già scritto nel libro), scopre il segreto di Voldemort: gli Horcrux. (In realtà scopre l’esistenza di uno soltanto di essi, ma è comunque un successo).

Così ordina a Kreacher di distruggerlo e lo sostituisce con un medaglione, lasciando questo messaggio.

Al Signore Oscuro
“So che avrò trovato la morte prima che tu legga queste parole, ma voglio che tu sappia che sono stato io ad aver scoperto il tuo segreto. Ho rubato il vero Horcrux e intendo distruggerlo appena possibile. Affronto la morte nella speranza che quando incontrerai il tuo degno rivale sarai di nuovo mortale.”

— R.A.B.

In inglese:

“To the Dark Lord
I know I will be dead long before you read this
but I want you to know that it was I who discovered your secret.
I have stolen the real Horcrux and intend to destroy it as soon as I can.
I face death in the hope that when you meet your match,
you will be mortal once more.”

— R.A.B.

Già, perché Regulus sa che morirà nel tentativo di portare via l’Horcrux, però lo fa lo stesso. Forse spinto dai sensi di colpa, forse spinto da una voglia di giustizia, forse da altri valori. Fatto sta che lo fa.

E’ un eroe anche lui.

Oggi mi è venuto in mente un dubbio.
Kreacher può Smaterializzarsi a piacere nella caverna. Allora, se Regulus gli avesse ordinato, in precedenza, di portarlo via con lui, non si sarebbe potuto salvare?

Ah, questi dubbi che ti rodono il cervello…

Va beh, e voi che ne pensate? Votate nel sondaggio e commentate. 🙂

la casa Serpeverde

La casa di Salazar Serpeverde (Slytherin nell’originale) nella saga ha una reputazione che non è delle migliori: gli studenti che vi appartengono fanno tutti la figura degli antipatici e quelli già cresciuti o sono Mangiamorte o comunque simpatizzano per il Signore Oscuro, salvo eccezioni rare.

Diventare un Serpeverde sembra la condanna a un futuro di mago oscuro, ma il Cappello Parlante non dice questo nelle varie filastrocche che precedono lo smistamento.

O forse a Serpeverde, ragazzi miei,
voi troverete gli amici migliori,
quei tipi astuti e per niente babbei
che qui raggiungono fini ed onori!

Capiamo dalle sue parole che gli studenti Serpeverde hanno come caratteristiche principali l’essere ambiziosi, furbi e determinati nei loro obbiettivi. Questo li rende automaticamente dei pericolosi assassini? Non mi pare. Tra le fila dei Serpeverde notiamo una maggioranza di Purosangue, e nelle antiche famiglie Purosangue è più facile trovare chi disprezza i Mudblood (uso il termine inglese per non creare casini con la parola Mezzosangue) e quindi chi condivide maggiormente le idee di Voldemort, ma non tutti i Serpeverde sono Mangiamorte né tutti i Mangiamorte sono Serpeverde.

Questa casa ha come tutte le altre pregi e difetti. Le caratteristiche principali di un Serpeverde, come l’ambizione, possono più facilmente portare il mago verso le arti oscure, ma solo se usate male. Ma basiamoci sui Serpeverde che conosciamo:

  • Severus Piton, che ha sì avuto un passato da Mangiamorte, ma ha compreso i suoi errori e grazie all’amore è tornato sui propri passi, combattendo dalla parte giusta, ma non per questo perdendo le sue caratteristiche da Serpeverde. Ha sfruttato al meglio le sue potenzialità.
  • Regulus Black, di lui non si sa molto, solo che diventò Mangiamorte, ma comprendendo meglio le idee di Voldemort si è ribellato ed è morto nel tentativo di far sì che un suo Horcrux venisse distrutto. Ciò l’ha forse fatto diventare un Grifondoro, Tassorosso o Corvonero? No.
  • Draco Malfoy, sì, fa il bulletto con Harry, ma anche Harry talvolta si impegna a metterci del suo. E’ viziato, un po’ opportunista, dispettoso. Dentro di sé non è cattivo, però. Non è capace di uccidere, e si ritrova in una situazione più grande di lui: se non avesse compiuto la sua missione Voldemort l’avrebbe ucciso insieme alla sua famiglia. Ha perfettamente le caratteristiche da Serpeverde, ma non è uno spietato assassino.
  • Horace Lumacorno, lui non è mai stato un Mangiamorte. Eppure è un Serpeverde.

Giusto qualche esempio, ma potrei andare avanti ancora un po’.

La casa di Serpeverde è da rivalutare, insomma. Quelle caratteristiche non sono sbagliate di per sé, sono solamente più facili da convertirti alle arti oscure, ma non è di certo un passaggio automatico, anzi.

Non è colpa dei Serpeverde se la storia è dal punto di vista di Potter, che non li sopporta.