La nuova generazione: odio o amore?

Come noi lettori di Harry Potter ben sappiamo, il settimo libro si conclude con l’epilogo: 19 anni dopo.

Questo ci mostra come i nostri “eroi” alla fine delle loro imprese vivano finalmente in una famiglia felice in stile Mulino Bianco con tanti dolci pargoli pronti ad andare a Hogwarts. Beh, non che non si meritino un po’ di tranquillità.

In ogni caso, questo post è nato per parlare proprio dei loro figli. Cosa sappiamo di loro, oltre all’età (di alcuni)? Non molto, in realtà, ed è proprio qui il dilemma. Spesso, nelle Fan Fiction, i figli diventano una specie di copia di uno dei due genitori (per fortuna non sempre), infatti di solito:

  • Rose è una specie di Hermione II la vendetta, con l’unica differenza nel colore dei capelli,
  • Lily è a seconda dei casi una nuova Ginny o Lily Evans, sua nonna, magari anche in stile Mary Sue, che male non fa (beh, parliamone!),
  • James Sirius è una copia dei due Malandrini di cui porta il nome,
  • Scorpius è il nuovo “Principe delle Serpi” (potrei vomitare, cit. Piton) che si fa tutta Hogwarts, come suo padre Draco (che poi è così solo nelle FF, Draco è tutt’altro che un Play Boy, ma questo è un’altro discorso) e possibilmente si innamora di una delle due giovani Weasley/Potter, trasformando la storia in una nuova Dramione o Draco/Ginny a seconda dei casi,
  • Dominique (una delle figlie di Bill e Fleur, per chi non lo sapesse) diventa una specie di gallina, bella grazie al sangue Veela, ma con atteggiamenti un po’ da troietta,
  • Albus Severus è l’unico che si differenzia un po’ dai genitori, ma sempre nello stesso modo: nel 99% dei casi viene smistato a Serpeverde e diventa fin da subito amicone con Scorpius.

Non ho nulla in contrario alle storie di questo tipo, sia chiaro, però sono un po’ tutte uguali, anche se alcune scritte bene si leggono comunque volentieri.

Poi c’è anche chi varia un po’, cambiando le caratteristiche standard di qualche personaggio, e ciò è meglio, perché il bello della nuova generazione è che si sa poco o niente dei personaggi, e quindi sta al fan writer caratterizzarli e stabilire i vari legami tra loro.

In generale io adoro le storie sulla nuova generazione. Perché è possibile scrivere una Rose/Scorpius senza rischiare di andare OOC come in una Dramione, perché i caratteri dei personaggi non sono sempre gli stessi (nonostante alcuni, come ho detto sopra, siano più ricorrenti), perché c’è più varietà e più possibilità di inventare.

Annunci

Fan Fictions

Girando su Internet, è molto facile trovare diverse Fan Fictions su Harry Potter.
Ce ne sono di vari tipi, alcune che potrebbero perfettamente essere tratte dai libri, altre che modificano alcune coppie, o aggiungono avvenimenti particolari, altre ancora che invece cambiano totalmente lo sfondo della storia. Se scritte bene, mi possono piacere di tutti questi tipi.

Alcune FF molto frequenti sono le cosiddette Dramione, cioè che mettono Hermione insieme a Draco. Non sempre mi piacciono. Perché questa coppia funzioni, secondo me, bisogna cambiare un po’ le circostanze. Insomma, non sta in piedi una storia dove Hermione, o Draco, una mattina si sveglia e decide che l’altro è l’amore della sua vita, quando fino al giorno prima si insultavano tutto il tempo. Se fatte bene, però, mi piacciono.

Le Drarry non le posso proprio vedere. Draco insieme a Harry? Ma da quando? 😮

Per non parlare quelle che accoppiano vari fratelli. Va bene che nel mondo dei maghi usa anche sposarsi tra cugini, ma è già diverso!

Mi piace leggere FF sulla New Generation, perché dato che non si sa molto dei nuovi personaggi, dà più spazio alla fantasia e i pairing sono alla discrezione di chi scrive, perché comunque rischia meno di scrivere stupidaggini.

Ci sono anche molte FF comiche o demenziali molto belle, alcune fanno proprio piangere dalle risate.

Un giorno o l’altro la scriverò anch’io, una Fan Fiction. Prima però deve venirmi un’idea decente e abbastanza fantasia per portarla a termine.

E voi, ne leggete di Fan Fiction? Quali non sopportate? Quali preferite? Commentate e rispondete al sondaggio.