la casa Serpeverde

La casa di Salazar Serpeverde (Slytherin nell’originale) nella saga ha una reputazione che non è delle migliori: gli studenti che vi appartengono fanno tutti la figura degli antipatici e quelli già cresciuti o sono Mangiamorte o comunque simpatizzano per il Signore Oscuro, salvo eccezioni rare.

Diventare un Serpeverde sembra la condanna a un futuro di mago oscuro, ma il Cappello Parlante non dice questo nelle varie filastrocche che precedono lo smistamento.

O forse a Serpeverde, ragazzi miei,
voi troverete gli amici migliori,
quei tipi astuti e per niente babbei
che qui raggiungono fini ed onori!

Capiamo dalle sue parole che gli studenti Serpeverde hanno come caratteristiche principali l’essere ambiziosi, furbi e determinati nei loro obbiettivi. Questo li rende automaticamente dei pericolosi assassini? Non mi pare. Tra le fila dei Serpeverde notiamo una maggioranza di Purosangue, e nelle antiche famiglie Purosangue è più facile trovare chi disprezza i Mudblood (uso il termine inglese per non creare casini con la parola Mezzosangue) e quindi chi condivide maggiormente le idee di Voldemort, ma non tutti i Serpeverde sono Mangiamorte né tutti i Mangiamorte sono Serpeverde.

Questa casa ha come tutte le altre pregi e difetti. Le caratteristiche principali di un Serpeverde, come l’ambizione, possono più facilmente portare il mago verso le arti oscure, ma solo se usate male. Ma basiamoci sui Serpeverde che conosciamo:

  • Severus Piton, che ha sì avuto un passato da Mangiamorte, ma ha compreso i suoi errori e grazie all’amore è tornato sui propri passi, combattendo dalla parte giusta, ma non per questo perdendo le sue caratteristiche da Serpeverde. Ha sfruttato al meglio le sue potenzialità.
  • Regulus Black, di lui non si sa molto, solo che diventò Mangiamorte, ma comprendendo meglio le idee di Voldemort si è ribellato ed è morto nel tentativo di far sì che un suo Horcrux venisse distrutto. Ciò l’ha forse fatto diventare un Grifondoro, Tassorosso o Corvonero? No.
  • Draco Malfoy, sì, fa il bulletto con Harry, ma anche Harry talvolta si impegna a metterci del suo. E’ viziato, un po’ opportunista, dispettoso. Dentro di sé non è cattivo, però. Non è capace di uccidere, e si ritrova in una situazione più grande di lui: se non avesse compiuto la sua missione Voldemort l’avrebbe ucciso insieme alla sua famiglia. Ha perfettamente le caratteristiche da Serpeverde, ma non è uno spietato assassino.
  • Horace Lumacorno, lui non è mai stato un Mangiamorte. Eppure è un Serpeverde.

Giusto qualche esempio, ma potrei andare avanti ancora un po’.

La casa di Serpeverde è da rivalutare, insomma. Quelle caratteristiche non sono sbagliate di per sé, sono solamente più facili da convertirti alle arti oscure, ma non è di certo un passaggio automatico, anzi.

Non è colpa dei Serpeverde se la storia è dal punto di vista di Potter, che non li sopporta.

Annunci