Luna Lovegood

Luna è un mito, ecco. Io la stimo molto, perché mi piacerebbe essere come lei.
Luna se ne frega del giudizio degli altri, non le importa se la chiamano Lunatica, o pensano che sia stramba, o le fanno i dispetti. E’ superiore a queste cose. E io invece no, non ci riesco. E’ da ammirare, perché lei sa sognare e vive in un mondo tutto suo, dove i Nargilli esistono.

Appartiene alla Casa di Corvonero e ha un anno in meno di Harry & co. Entra in scena nel quinto libro, anche se i Lovegood vengono nominati già nel quarto, ma senza che facciano nulla.

Luna è una dei pochi che possono vedere i Thestral, perché da piccola ha assistito alla morte di sua madre, ma nonostante ciò riesce ad essere spensierata e intuitiva. Tipico di Luna è anche il dire la verità nonostante talvolta questa sia scomoda.

Un po’ di Luna c’è in tutti noi, la cosa difficile è tirarla fuori e iniziare a sognare anche ad occhi aperti, perché nei sogni c’è tutto un altro mondo che noi dobbiamo ancora conoscere.

Generalmente, Luna è un personaggio molto amato dai fan di Harry Potter: dopotutto, come si potrebbe odiarla? 🙂

E voi cosa ne pensate? Votate nel sondaggio e commentate. Scriverò al più presto possibile di un altro personaggio, intanto se volete leggere quelli di cui ho già trattato li trovate in alto nella scheda personaggi. 😉

Il professor Quirinus Raptor (Quirinus Quirrel)

Compare solamente nel primo libro (poiché alla fine di esso muore), nel quale ha un ruolo all’apparenza marginale, ma in realtà indispensabile. Durante un suo viaggio, incontra Lord Voldemort (o quel che ne resta), che inizialmente si limita a dargli ordini, e poi, per controllarlo meglio, si innesta, come un parassita, nel retro della testa di Raptor.

Che cosa sappiamo di lui? Dai libri, non molto, in realtà, a parte la sua paura per i vampiri, la sua dimestichezza con i troll e il fatto che balbetta. Su Pottermore veniamo invece a sapere qualcosa il più su di lui: ha un’interesse per le Arti Oscure, e pertanto si mette intenzionalmente alla ricerca di Voldemort, magari per guadagnare un po’ di potere e fama se fosse diventato colui che ha ritrovato il Signore Oscuro. Ad Hogwarts, era un Corvonero, non che dimostri una spiccata intelligenza o saggezza: l’idea di andare a rintracciare Voldemort e gestire un incontro con lui senza fare una brutta fine non mi pare delle migliori. :O comunque il suo bisogno di conoscenza e di mettersi alla prova lo rende adeguato alla sua Casa.

Non ho una vera e propria opinione su di lui, ovvero non lo odio, ma mi sta tutt’altro che simpatico. Direi più che altro che è un po’ irritante, con quel suo continuo ba-ba-balbettio e quella sua apparenza indifesa, quando ha Voldemort che gli spunta dalla testa.

E voi, invece, cosa ne pensate? Rispondete al sondaggio e commentate. A presto 😀

Saranno nella Casa giusta?

Mi viene spesso il dubbio che o il Cappello Parlante non è poi così infallibile o certe persone sono state piazzate in una determinata casa giusto per esigenze narrative.

  • Peter Minus (Peter Pettigrew) viene mandato a Grifondoro. E’ forse coraggioso? Non credo di esagerare dicendo che è il personaggio più vigliacco della saga. Certo che lui sarebbe stato difficile da smistare in qualsiasi casa: non è intelligente né saggio, quindi niente Corvonero; è tutt’altro che buono e leale, escludiamo anche Tassorosso; non è astuto né determinato né ambizioso, non è neanche Serpeverde. Alla fine sarebbe stato inidoneo per qualsiasi casa. Voi dove l’avreste messo?
  • Bellatrix Lestrange viene mandata a Serpeverde, probabilmente a causa delle sue origini e, perché no, delle sue ambizioni e delle sue scelte. Ma io credo che sarebbe stata bene anche a Grifondoro. Già, perché non è forse lealtà la sua nei confronti di Voldemort? O non è coraggio passare tutti quegli anni ad Azkaban per non tradirlo? E andare a torturare i genitori di Neville per cercare informazioni su Voldemort quando ormai il resto dei Mangiamorte stava scappando e dichiarando di essere sotto Imperius, non è un gesto di fedeltà e audacia? Sono caratteristiche tipiche di un Grifondoro (e in parte anche di un Tassorosso, ma Bellatrix non mi sembra molto buona e giusta… :P) Che poi lei abbia preferito Serpeverde perché non voleva stare in mezzo a tutti quei Mudblood è un altro discorso 😉 è adatta anche a quella casa, ma basandosi sulle sue caratteristiche non è una cosa così scontata.
  • Albus Silente è un Grifondoro, ma si può notare in lui una grande ambizione, soprattutto da giovane, ma anche da vecchio, quando vuole trovare gli Horcrux. Rispecchia perfettamente anche le caratteristiche della casa dei Grifondoro, è certamente coraggioso, ma sarebbe potuto stare benissimo anche tra i Serpeverde! E, perché no, tra i Corvonero? Non si può dire che non sia saggio e intelligente!
  • Percy Weasley è un Grifondoro, come del resto tutta la sua famiglia… eppure è un personaggio molto ambizioso e ci tiene ad essere apprezzato dal Ministero, magari per guadagnare un po’ di potere, e pone questi suoi desideri persino davanti agli affetti familiari, nonostante alla fine si accorga del suo errore. Io credo che lui sarebbe dovuto essere un Serpeverde, senza dubbio.
  • (continua) aggiungerò altri personaggi alla lista quando mi verranno in mente.